5xmille
Per “ADMO Regione Sicilia – Onlus”

al seguente Codice Fiscale:

9 7 0 7 4 8 1 0 8 2 7

VUOI SAPERNE DI PIU'
Skip Navigation Links
IL MIDOLLO OSSEO

Le cellule staminali emopoietiche sono cellule in grado di auto prodursi e di dare vita ad altre linee cellulari dalle quali derivano tutte le cellule del sangue:

§ globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

Le cellule staminali emopoietiche sono localizzate principalmente nel midollo osseo, ma è possibile reperirle anche nel sangue circolante o periferico.

Esse sono presenti anche nel sangue del cordone ombelicale del neonato al momento del parto.

Le cellule staminali emopoietiche, se trapiantate in individui colpiti da gravi patologie ematologiche e da alcune forme di tumori, sono in grado di rigenerare il midollo osseo ed il sistema immunitario.

Tre sono le metodiche per la raccolta di Cellule Staminali Emopoietiche da trapiantare:

1) Raccolta di CSE dal midollo osseo

2) Raccolta di CSE dal sangue periferico

3) Raccolta di CSE dal sangue placentare

segue

raccolta dal midollo osseo

Dopo che il paziente è stato sottoposto a chemioterapia o radioterapia per la distruzione delle sue cellule midollari, e quindi anche di quelle malate, gli viene somministrato mediante trasfusione il midollo osseo prelevato dal donatore.

Le cellule staminali emopoietiche riescono a trovare da sole la strada per inserirsi al posto che compete loro ed iniziare a produrre i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine, che iniziano a comparire nel circolo sanguigno dopo circa due settimane dalla infusione. Dopo che il paziente è stato sottoposto a chemioterapia o radioterapia per la distruzione delle sue cellule midollari, e quindi anche di quelle malate, gli viene somministrato mediante trasfusione il midollo osseo prelevato dal donatore.

Raccoilta dal sangue periferico

Tale procedura avviene mediante aferesi: cioè mediante una macchina che funziona da separatore cellulare.

Al Donatore viene somministrato in più dosi, nei giorni precedenti, un farmaco stimolatore del midollo (fattore di crescita), che aumenta la replicazione delle cellule staminali e le mobilita dalle loro sedi abituali al sangue periferico.

La procedura di aferesi consiste in un prelievo dal sangue periferico degli elementi del sangue selezionati e reintroduzione in circolo degli altri. Tale procedura non richiede ospedalizzazione ed ha la durata di circa 4 ore.

Le cellule staminali, del midollo o da aferesi, vengono infuse al paziente come una normale trasfusione di sangue.

Raccolta dal sangue placentare

Si utilizzano le cellule staminali emopoietiche presenti nel cordone ombelicale e nella placenta al momento del parto e opportunamente conservate.

Per conservare le CSE da sangue placentare occorre il consenso della partoriente.

Normalmente si utilizzano per trapianti eterologhi

I dati della tipizzazione HLA vengono conservati dalla banca del sangue placentare

Il paziente non deve superare i 50 Kg. di peso corporeo data la esigua quantità di sangue cordonale: circa 100-180 ml

Link di riferimento


























CRI

CRI