Per “ADMO Regione Sicilia – Onlus”

al seguente Codice Fiscale:

9 7 0 7 4 8 1 0 8 2 7

VUOI SAPERNE DI PIU'
Skip Navigation Links


LA STORIA

 

“ADMO REGIONE SICILIA” si costituisce l’11 maggio 1993 per volontà di un gruppo di laici e operatori sanitari, dei quali ancor oggi alcuni sono impegnati nell’Associazione ed altri nelle strutture della sanità pubblica.

I soci Fondatori, esponenti della sanità pubblica siciliana e della società civile, sono qui di seguito elencati:

Rosalba Bavetta, Filippo Buscemi, Valentina Cappuzzo, Francesco Caronia. Maria Amaranta Falzone, Teresa Fiandaca, Maria Serena Gentile, Alessandro Indovina, Grace Liberti, Ignazio Majolino, Raimondo Marcenò, Maria Pampinella, Caterina Patti, Alessandra Santoro, Rosanna Scimé, Rocco Siciliano, Giuseppe Tricoli, Marzio Tricoli, Stefania Vasta,

I Soci Fondatori, evidenziati in rosso,  sono tuttora impegnati nei Centri di Medicina Trasfusionale, nei Centri Donatori e nei Centri Trapianti di varie strutture ospedaliere della regione siciliana.

L’Associazione, nel suo atto costitutivo, si è data un assetto associativo del tutto simile alle altre ADMO, e ha aderito alla Federazione Italiana (AFI), precedentemente costituita nel 1990, condividendone gli obiettivi.

La forma associativa iniziale è quella della "organizzazione non lucrativa di utilità sociale” ed il nome dell’Associazione è “ADMO Regione Sicilia”, successivamente viene modificata in “ADMO Regione Sicilia - ONLUS”.

In tutti questi anni ADMO Sicilia ha svolto prevalentemente l’attività di sensibilizzazione dei giovani affinché divenissero potenziali donatori di midollo osseo e/o cellule staminali emopoietiche, e quindi di iscriversi nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo (IBMDR).

Ha svolto, anche, attività di informazione della cittadinanza sull’importanza della donazione, in generale, e della donazione di midollo osseo, in particolare.

Le Associazioni Donatori Midollo Osseo sono nate dalla necessità di far iscrivere nel Registro Italiano dei Donatori di Midollo Osseo  (IBMDR, costituito nel 1989), un numero sempre maggiore di potenziali donatori, al fine di far aumentare le probabilità che un malato di leucemia, o altra malattia del sangue, potesse trovare un midollo osseo compatibile, o abbastanza compatibile, per effettuare il trapianto delle cellule staminali emopoietiche.

Pertanto, l’attività dell’Associazione è stata fin dall’inizio quella di sensibilizzare principalmente i giovani di età compresa fra i 18 e 40 anni (oggi il limite è 35 anni, ndr) alla cultura della donazione volontaria, altruista, anonima e non retribuita.

In tutti questi anni abbiamo fatto informazione presso le scuole superiori di 2° grado, nelle classi quarte e quinte, presso le facoltà universitarie dei vari Atenei ed in tutte quelle strutture pubbliche e private in cui erano presenti in maggior parte i giovani.

Abbiamo fatto sensibilizzazione anche nelle scuole medie di 1° grado per divulgare la cultura della donazione fin dall’età dell’adolescenza.

 

Negli anni abbiamo sostenuto, nei limiti consentiti dalle possibilità economiche, alcune strutture sanitarie pubbliche con la donazione di strumentazioni necessarie ai Centri Trasfusionali ed ai Centri Trapianti, ed abbiamo contribuito alla ricerca tramite la elargizione di varie borse di studio a favore di giovani laureati.

 

Abbiamo aderito a numerosi progetti delle istituzioni sanitarie regionali collaborando con esse per il raggiungimento dei fini statutari.

La nostra attività quotidiana è quella di divulgare la cultura della donazione a 360°, ed in particolare quella della donazione di midollo osseo e/o delle cellule staminali emopoietiche.

 

Nel 1993 siamo stati fra i promotori della “partita del cuore”, partita di calcio tra la “Nazionale italiana cantanti” e la “Nazionale dei piloti di Formula 1”, che ha avuto luogo a Palermo il 2 giugno, con i proventi della quale si è data la possibilità di costituire l’Unità di Trapianto di midollo osseo del  P.O. “V. Cervello” di Palermo, dedicato al piccolo Lorenzo, figlio di Renato Picardi, fondatore di ADMO Federazione Italiana.

 

Nell’ottobre 2013, per aver conseguito 20 anni di attività, abbiamo organizzato il 40° Consiglio Nazionale dell’ADMO Federazione Italiana, con la partecipazione dei componenti della Giunta Esecutiva e di quasi tutti i delegati delle ADMO regionali.

 

I Presidenti che si sono succeduti negli anni passati sono i seguenti:

  • Maria Amaranta Falzone, 1993- 1995;
  • Imelda Dolcemascolo, 1996- 1998;
  • Carmelina  Lo Giudice, 1999 – 2001;
  • Maria Amaranta Falzone, 2002 – 2007;
  • Maria Luisa Troja, 2007;
  • AnnaMaria Bonanno, 2007- 2015;
  • Gaetano La Barbera, 2015 -

 

Ciascuno di loro ha profuso il massimo dell’impegno, durante il proprio mandato, contribuendo in maniera tangibile alla crescita dell’Associazione ed all’affermazione di ADMO Sicilia, quale principale ed insostituibile realtà del panorama della sanità pubblica siciliana, e quale nobile espressione di un’attività solidale svolta esclusivamente da volontari.

 

L’Associazione è regionale, e quindi opera su tutto il territorio siciliano.

Per svolgere meglio l’attività istituzionale di informazione e sensibilizzazione sono state costituite le seguenti Sezioni, che sovrintendono ad un ben determinato territorio, il cui responsabile opera in nome e per conto  di ADMO Regione Sicilia:

  • Augusta, Caltanissetta, Catania,Enna,Gela,Lentini,Messina,Milazzo, Nebrodi,Noto,Ragusa,Siracusa.

Sul restante territorio sovrintende direttamente la sede regionale sita in Palermo.

Link di riferimento


























CRI

CRI











Copyright ©2018 ADMO Sicilia. Tutti i diritti sono riservati. - Privacy Policy